IL CAMMINO DI UN ARTISTA – MEDAGLISTA

LE MEDAGLIE DI PIERO MONASSI NELLE COLLEZIONI DELL’AMBROSIANA

A cura di Giancarlo Alteri

13 febbraio – 8 aprile 2018

Dal 13 febbraio all’8 aprile 2018, la Pinacoteca Ambrosiana, nell’ambito delle attività di valorizzazione del proprio Medagliere, celebra Piero Monassi (Buja, UD, 1934), uno dei più importanti medaglisti-incisori italiani del Novecento, esponente di spicco della scuola friulana, con una mostra dal titolo Il cammino di un artista-medaglista.

L’esposizione, curata da Giancarlo Alteri, Capo Gabinetto numismatico della Veneranda Biblioteca Ambrosiana, presenta 70 medaglie di Monassi, oltre a quelle di altri autori, donate dallo stesso artista all’Ambrosiana.

Piero Monassi si è diplomato alla Scuola d’Arte della Medaglia dell’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato di Roma, completando la sua formazione artistica presso l’Accademia di Belle Arti di Brera. È l’ultimo esponente della scuola medaglistica friulana, che nell’arte del “picciol cerchio”, come Benvenuto Cellini definiva la medaglia, ha prodotto tanti talenti, a cominciare dallo zio, Guerrino Mattia Monassi, capo-incisore della Zecca di Stato di Roma e suo grande maestro.

Nel 1966 è stato chiamato come capo–incisore nello stabilimento artistico “Emilio Pagani” di Milano, dove ha mantenuto tale incarico per circa venti anni, creando un gran numero di medaglie di soggetto vario e offrendo allo stesso tempo la sua grande esperienza e la sua eccezionale abilità tecnica ad altre ditte del settore quali, ad esempio, la Fonderia d’Arte Beltrame, di Udine, o l’O.M.E.A. (Officine Meccaniche E Artistiche), di Milano. Attualmente vive e lavora nel capoluogo lombardo. La sua produzione finora ha spaziato nei campi più diversi: dal religioso al civile, allo storico, fino al commemorativo di eventi e di personaggi, che una nutrita committenza gli ha di volta in volta commissionato. Una menzione speciale meritano le medaglie che, nel corso della sua carriera, ha realizzato sulla storia passata ed attuale della sua terra e in particolare quelle aventi come soggetto il disastroso terremoto del 1976, che portò morte e distruzione nel Friuli.

Artista–medaglista nel significato più tradizionale e qualificante della definizione, Monassi riesce a raffigurare in modo veramente mirabile, con la sua ispirazione artistica e la sua abilità tecnica, personaggi e fatti, rivelando, dei primi, il carattere e la personalità, dei secondi, le profonde motivazioni.

Orari: da martedì a domenica, dalle 10.00 alle 18.00; chiuso il lunedì
Chiuso a Pasqua; aperto il Lunedì dell’Angelo
Ingresso (mostra + Pinacoteca): Intero: 15 €; Ridotto: 10 €; Scuole: 5 €; Universitari: 10 €
Informazioni: tel. 02.806921
 

Ufficio stampa Veneranda Biblioteca Ambrosiana

CLP Relazioni Pubbliche

Paola Varano, tel. 02 36 755 700

paola.varano@clponline.it; www.clponline.it

Comunicato stampa e immagini su www.clponline.it